Perchè la mia azienda necessita di un software documentale e di gestire i flussi delle informazioni?

La domanda che ci viene spesso chiesta, parlando di ARXivar, è la seguente:

perchè la mia azienda necessita di un software documentale e di un motore che gestisca automaticamente i flussi delle informazioni?

Con questo post cerchiamo quindi di dare una risposta a tale quesito.

Ogni società, da quella con un addetto al pc in ufficio a quella con migliaia di dipendenti, gestisce le informazioni necessarie allo svolgimento della sua attività con strumenti più o meno digitali, dalla carta (ancora presentissima) fino ai software più sofisticati consultati sui dispositivi più diversi. Quello che varia, dal piccolo al grande, è il VOLUME delle informazioni, ma la QUALITA‘ dei dati che vengono gestiti è un tema assolutamente eterogeneo che inequivocabilmente impatta sul lavoro quotidiano di ogni singola impresa. Partiamo da una constatazione semplice, forse banale, ma chiara: i dati organizzati, tracciati, distribuiti secondo regole certe, archiviati e conservati a norma di legge, si prestano molto ad un utilizzo efficente ed efficace, certamente più di supporti cartacei sparsi in contenitori per l’ufficio e di difficile consultazione quando necessario. Se poi gli elementi sono addirittura ripetitivi, nel senso che derivanti da operazioni ricorrenti e schedulabili, il cerchio si chiude: non vi sono dubbi che serva uno strumento in grado di assolvere ai due aspetti gestionali più rilevanti, ovvero quello della gestione documentale e quello della gestione del flusso (workflow) da automatizzare il più possibile. Cosa ci guadagna, quindi, l’azienda? Tempo, denaro, versatilità, velocità ed affidabilità. Ecco quindi la necessità di attivare una licenza di ARXivar, software in grado di espletare egregiamente sia la funzione documentale che quella di workflow.

Quali sono i clienti ideali ARXivar?

Dicevamo che praticamente tutte le aziende, a prescindere dalla loro dimensione, devono occuparsi dell’importanza della qualità dei loro dati. Concetto sacrosanto, questo, ma se vi si aggiunge anche la problematica del volume di queste informazioni, il quadro diventa ancora più chiaro. Vi sono, infatti, alcune tipologie di aziende che, tipicamente, più di altre hanno un’altissima resa nell’utilizzo di ARXivar.

Quali sono? Quelle che presentano una o più delle seguenti caratteristiche:

  • Aziende da 5 mln di fatturato, a salire;
  • Occupanti tra i 10 e i 150 addetti;
  • Strutturate con più sedi;
  • Aventi volumi di documenti significativi (tipicamente le fatture, a partire da 3.000 documenti inviati e ricevuti all’anno, ambito ove il documentale aiuta moltissimo la gestione);
  • Manifestanti criticità operative ricorrenti risolvibili con l’opportuna configurazione di workflow, integrando i diversi sistemi presenti.

E perchè le aziende hanno già scelto ARXivar?

Un breve video ce lo ricorda:

La firma elettronica

L’introduzione del tema della firma elettronica semplificata, avanzata e qualificata all’interno di ARXivar, permette la gestione dei contratti con una facilità senza precedenti. Nello specifico, vi sono alcune categorie che possono usufruire particolarmente di tale funzionalità:

  • Broker;
  • Utility;
  • Credito al consumo;
  • Contratti di lavoro (es. istruttori di palestra);
  • Contratti di servizio (es. bike sharing, car sharing, etc…);
  • Aziende turistiche;
  • Cooperative;
  • Consorzi;
  • Concessionari.

La funzionalità della firma elettronica è oggetto di uno specifico webinar previsto per il giorno 25 novembre alle ore 10. Questo il link della pagina dedicata al webinar ARXeSigN:

Attenzione: nella casella “Invitato da” inserisci INFOESSE SRL, così da poterci poi aggiornare al termine dello webinar stesso:

Per qualunque informazione, scrivere a arxivar@infoesse.it